[RetroRECE] 24: Giorno 6

"E se rimanessi qui a leggere il giornale?"

“E se rimanessi qui a leggere il giornale?”

Ed eccoci qui, arrivati alla peggiore stagione della serie.
Niente convenevoli e togliamoci il dente.
Il sesto giorno, quello che aveva davvero tutte le carte in regola per papparsi i due precedenti, è di una inutilità imbarazzante.
Perché?

Ah, giusto, occhio agli SPOILER che un paio di sicuro scappano.

Come abbiamo capito alla fine della quinta stagione, Jack è in mano ai Cinesi, tenuto prigioniero in chissà quale campo di prigionia nella magica terra color rosso Mao.
Come farà a scappare?
Cosa gli stanno facendo?

Stanno cercando di farlo parlare da due anni e in mezzo ci piazzano anche una supercazzola coi contro fiocchi.

Nella piccola puntata zero della sesta stagione, infatti, vediamo come i cinesi usino Jack per stanare una talpa tra lo staff che lo detiene e ci riescono pure.
Oltre al danno, la beffa.

Come riesce, quindi, a scappare?
Con l’inizio delle stronzate più assurde.
Tipo Wayne Palmer Presidente.
Tanto era un personaggio interessante David, tanto è inutile e sinceramente scritto male suo fratello Wayne.
Il giovane Palmer fa uno scambio con il governo cinese per la libertà di Jack, ma solo per consegnarlo a dei terroristi che da tre mesi (TRE! PERDIO!) stanno facendo un attentato dietro l’altro sul suolo americano.

Oltre al danno la beffa, povero Jack.

Non solo lo usano come mera merce di scambio dopo tutto quello che ha fatto, ma gli nascondono anche fatti importanti come la scomparsa di Audrey.
Povero, povero Jack: torturato per un anno (o due, non si capisce), ridotto ad un pacchetto per fermare i terroristi brutti e cattivi che manco si capisce bene perché ce l’abbiano tanto con lui, ma tirato a lucido per la consegna che mica puoi andare ad un esecuzione col barbone, checcazzo.

"Mica possiamo far vedere che l'Ammeriga c'ha gli eroi trasandati, su."

“Mica possiamo far vedere che l’Ammeriga c’ha gli eroi trasandati, su.”

Da qui in poi, l’imbarazzo per il Presidente più inutile del mondo, evidenetemente eletto solo per simpatia: Wayne Palmer, infatti, ci dona il capo di stato Americano più insulso, palle mosce e cazzone della storia.
Non ha le doti e i cojones per quel ruolo e neanche l’interpretazione di D.B. Woodside è ai massimi livelli.

L’unico, come sempre, che tiene su il carrozzone è proprio Kiefer Sutherland, nonostante il plot dia a Jack le scelte più MACCOSA che possano esserci.
Poi c’è la questione della famiglia.
Qualcuno sapeva che Jack aveva un fratello?
No?
Appunto.

Non solo suo fratello e suo padre (James Cromwell, qui presente per pagare il conto per la piscina nuova) sono dei mercanti d’armi, ma sono anche parte della cospirazione per l’assassinio del vero Presidente Palmer, quel David che falciano con un colpo alla gola nella passata stagione.

MACCOSA.

Sono anche i responsabili della villeggiatura di Jack in un carcere cinese.

MACCOSA.

Non paghi, cercano di farlo fuori per mezza stagione e quando non ci riescono tirano in ballo la famiglia.

MACCOSA! CAZZO.

Oltre a questo, la stagione prosegue, come sempre, con un po’ di filleroni inutili, ghomblotti alla Casa Bianca, Janosz di Ghostbusters II che fa un po’ lo stronzo e un po’ il salvaculo della situazione, Curtis che viene sparato da Jack mentre una FOTTUTA ATOMICA scoppia a L.A., Bill Buchanan che dice basta al CTU e al colesterolo, Chloe che ha un marito, Morris, che non si capisce bene da dove sia spuntato e Martha Logan che dà di matto.

"Noi che chiama Viggo, sì?"

“Noi che chiama Viggo, sì?”

Se volete soffrire, guradatevela.
Consiglio spassionato: leggetevi la trama su Wikipedia o sulla Wiki di 24, vi farete due risate e passerete alla stagione sette, quella con meno colori che avevano scoperto il tasto “Desatura” su After Effect.

FINALMENTE.
Tra il nuovo lavoro, un paio di lavori e la situazione personale un po’, uh, ingarbugliata, non ho avuto un attimo per finire ‘sto articolo.
Nel mentre, 24: Live another Day è arrivato e se ne è andato, ma di quello ne parliamo appena finisce anche in Italia.
Tanto abbiamo ancora due stagioni da coprire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...