Captain America: The Winter Soldier

Come sempre: PUPPA AMERICA, noi lo vediamo due settimane prima di te.

Come sempre: PUPPA AMERICA, noi lo vediamo due settimane prima di te.

Dopo sei mesi dal deludente Thor: The Dark World, gli studios Marvel ci portano di nuovo nel mondo post-Avengers.
Finalmente vediamo il vero Cap, Vedova Nera ha più screen time che nei tre film precedenti messi insieme e Nick Fury è Nick Fury.
Ho solo due parole per descrivere questo film: era ora.
Finalmente un film Marvel che fa quello che deve: grandi scene d’azione, una buona trama, personaggi che non sono solo dei cartonati di Mediaworld, un paio di attori decisamente nel ruolo e una regia degna di questo nome.

"Mò dice la cazzata, 'spetta"

“Mò dice la cazzata, ‘spetta”

Captain America è sempre il solito patatone anni ’50 imbranato nella vita sociale, ma questa volta lo vediamo finalmente cazzutissimo sul campo.
Prende decisioni, diventa il carismatico pezzo di bandiera stellestrisce che tutti aspettavamo di vedere su grande schermo, salta e lancia lo scudo a destra e a manca.
Ci sono voluti due film per avere davvero il Cap che tutti sognavamo, complice il fatto che manca quel gran pezzo di carisma vivente che è Tony Stark a oscurare il buon Rogers.
Nostalgico quanto basta, ma mai troppo malinconico, Steve Rogers è finalmente un personaggio a tutto tondo, con i suoi problemi e i suoi dubbi sull’operato dello S.H.I.E.L.D.

Su questa poca fiducia tra il biondo soldato e l’organizzazione super segreta si basa tutto l’intreccio del film.
Fin dalle prime battute, infatti, vediamo il Capitano in conflitto con il suo diretto superiore, quel Nick “questo programma m’è costato un occhio della testa” Fury che rimane saldo sulle sue posizioni nonostante tutto.

black_widow_captain_america_the_winter_soldier-wide

La Vedova Nera riesce a diventare credibile nel suo ruolo di “gnocca con le pistolette”, raggiungendo l’agilità della controparte a fumetti e prendendo a coppini forti le sue precendenti comparsate nell’UCM.
Sfodera carisma, badassitudine e scaltrezza che neanche ve l’aspettate, riuscendo a farci davvero credere che una nana con due liquidator possa essere la spia più letale della storia.

"Sam, vè che hai mangiato troppe caramelle"

“Sam, vè che hai mangiato troppe caramelle”

E Falcon? Niente, è la spalla comica, il nuovo personaggio buttato lì come supporto a Cap perché mancava un elemento in squadra.
Un brutto personaggio? No, ma neanche particolarmente brillante. Speriamo che venga sviluppato in futuro, sai mai che ci riserva delle sorprese.

Fury e Pierce, invece, sono i due lati della stessa medaglia, anche se non c’è molto da dire su questo.
Avendo Robert Redford nel cast, potevano essere solo due le strade per il suo personaggio ed effettivamente Pierce segue alla lettera la via più prevedibile.
Nonostante ciò, però, il colpo di scena riesce bene e per i meno smaliziati potrebbe essere meno scontata.

Captain-America-The-Winter-Soldier-Sebastian-Stan

E Bionic Commando Il Soldato d’Inverno?
Per essere il villain che dà il sottotitolo al film compare poco, ma quelle poche volte riesce quasi a bucare lo schermo, risultando spaccaculi quanto basta per tenere testa a Cap.
L’unico appunto che mi sento di dargli è che si vede per poco tempo e per quel poco riesce ad incasinare ulteriormente il capoccione old-school di Steve.

Regia e fotografia sono fumettose il giusto, mai troppo patinate o pulite, alcune volte anche troppo confuse nelle scene di combattimento.
Certi scontri corpo a corpo sembra che siano ripresi in maniera tale da non far capire una fava della coreografia.
Poi, vabbè, la cosa non è così evidente e non rovina la scena, per carità, però un minimo di stabilità in più nella ripresa poteva aiutare.

E poi ci sono quelle due chicche, quelle due citazioni che non c’entrano una mazza con l’Universo Marvel che spiazzano, divertono e riescono a fare sorridere tutto il pubblico sopra i 20 anni.

È grosso, cazzuto, divertente e riesce a fare stare incollati alla poltrona fino alla fine, anche se sfora il tempo ideale di un buon quarto d’ora.
Ah, non alzatevi dalla sedia prima della fine dei titoli di cosa, stavolta le scene sono due e meritano entrambe.
Promosso a pieni voti, quindi? Diavolo sì.

Erano secoli che non andavo allo spettacolo del pomeriggio e sono rimasto a bocca aperta nello scoprire che la sala s’è riempita nell’arco di circa venti minuti. L’abbiamo visto in 2D, più per il fatto che non sarebbe stato carino fare l’imitazione di Regan mentre non digerisce il passato di piselli.
Ringraziamento Speciale: quella nerdacchiona di Julia Reinhardt che mi ha prestato computer e connessione quando ho detto “Dovrei scrivere la rece del film per domani”. Senza contare le fustigate, ma vabbè.

4 pensieri su “Captain America: The Winter Soldier

  1. Hai ragione, gran bel film. Sono rimasto di stucco: sia perchè il primo CapAmerica mi aveva lasciato con l’amaro in bocca, sia perchè non credevo che la saga degli Avengers potesse offrire spunti interessanti come in questo caso: non solo gag, non solo effetti speciali ma soprattutto personaggi cazzuti e trama affascinante, più cinematografica che fumettistica.

    PS: cosa intendevi con “E poi ci sono quelle due chicche, quelle due citazioni che non c’entrano una mazza con l’Universo Marvel che spiazzano, divertono e riescono a fare sorridere tutto il pubblico sopra i 20 anni.”
    Io ho più di 20 anni ma non mi viene in mente niente😀

    • Avviso: SPOILER.
      La prima è il “Vuoi fare una partita?” che la Vedova dice a Zola. É presa da War Games – Giochi di Guerra, film ann ’80 con Matthew Broderick su computer vintage e guerre atomiche.
      La seconda (again, rigà: SPOILER): sulla tomba di Fury, l’epitaffio è un passo della Bibbia: Ezechiele 25:17. Guarda caso lo stesso che Sam Jackson recita in Pulp Fiction😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...