PseudoRECE: Gears of War 2

 

Forse è un po’ tardi, ma la terza rigiocata m’ha ispirato parecchio.
Gears of War 2 è tarro.
Trasuda tarragine e testosterone da ogni pixel del suo essere.

I dialoghi spesso si riducono a un “Sì, fagli il culo Dom!” o “Cazzo, li ammazzo tutti quei vermi!” o ancora “Merda, che giornata del cazzo”, ma cionostante sono apprezzabili.
D’altronde, uno che si chiama Marco Fenice, più che così non può esprimersi.
Per non parlare di Domenico Santiago.

La grafica fa urlare Miracolo ad ogni passo: l’incredibile Unreal Engine 3 continua a migliorarsi in ogni sua incarnazione, come se non avesse ancora dato il massimo.
Caverne, laghi, palazzi, locuste, tamarri, fucili, lanciafiamme, tamarri: tutto è reso un incanto.
E dovreste vedere come sono venuti bene i tamarri.

Voto: 8 (se evitiamo di parlare di quel pretesto per squartare merde aliene che chiamano trama)

Ah, se volete una recensione classica, mi sa che avete sbagliato posto.

Annunci

4 pensieri su “PseudoRECE: Gears of War 2

  1. ahahaha max!!!! bellissima recensione!!!! ma che bei giochi che hai! bellissimi i tamarri! quasi quasi ci gioco anche io…. ah, ma adesso che ci penso mi sà che è il gioco che voleva drew…forse… boh, ho troppi problemi con i nomi delle persone, figurati con i nomi dei videogiochi!!!

  2. Pingback: [PseudoRECE] Gears of War Saga « Overthink

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...