Sitcom e traduzioni.

Lily, Marshall, Ted(seduto), Robin e Barney.

da sinistra verso destra: Lily, Marshall, Ted(seduto), Robin e Barney. QUI il logo italiano.

Ok, forse mi sto concentrando troppo sulla questione, ma quando ce vò, ce vò.
Negli ultimi mesi sto seguendo una sitcom di grande successo in USA:  How I met your Mother.
Non so se lo conoscete, ma va avanti dal 2oo5 ed è considerato l’erede di Friends.

La storia è molto semplice: nel 2030 Ted (il protagonista) piazza i suoi 2 figli sul divano di casa ecomincia a raccontargli come ha conosciuto loro madre, partendo dal 2005.
Comincia così un racconto che incrocia amicizia, sesso, amore e…vita quotidiana.
Il bello, però,è che nessuno, neanche lo spettatore, sa chi è la mamma.
Il gioco è semplice, la storia avvincente, ben raccontata e pluripremiata tra Grammy e critica.

Direi che come introduzione è sufficente, se volete altre info, sappiate che è in corso la 4a stagione in USA e che trovate tutto su wikipedia.

Ciò detto: stamane volevo stare in panciolle col mio tazzone di caffè a guardarmi Friends su Italia1.
Sento la musica della sigla mentre metto su l’acqua.
Non è Friends.
“Maccheccazz..?” Mi giro e vedo la sigla.
Marshall, Lily, Barney, Robin e Ted.
“Ehi, l’han tradotto! Wow, la prima serie!”

Mi spancio comodo comodo, cosa voglio di più?
Poi parte il supplizio.
Passi per la traduzione di alcuni passaggi (certe cose sono intraducibili o MOOOOLTO complicate), ma le voci no.
Per come la vedo io, le voci dovrebbero essere simili a quelle degli attori, non roba totalmente diversa.
La voce di Ted nel 2030 dovrebbe essere quella di un signore di 50 anni, più o meno.
Ecco, nella versione italiana ha la voce di un ventenne.
Un punto in meno.

Poi sento la voce del protagonista.
Mio cugino a 12 anni aveva una voce più credibile di quella che han dato al povero Mosby.
Sembra un teenager nel periodo in cui ti cambia la voce, i primi peli si fanno vivi e la testa incomincia a girarsi verso il fondoschiena delle ragazze.

Poi capita una di quelle cose strane: hai il ribrezzo per un lavoraccio, ma non riesci a distogliertene, vuoi vedere quanto in basso cadono.
Mi sono visto una delle mie puntate preferite rovinata non tanto nella traduzione (anche se è la prima volta che Darth Vader diventa Dark Fenèr, ma vabbè), quanto mal interpretata dagli attori che doppiano i personaggi.

mah, non so che dire.
Spero che andando avanti la situazione migliori, ma ci spero poco.
Torno a sparare ai Combine, che forse riesco a finire Episodio 2 prima di andare a lavoro.

Annunci

Un pensiero su “Sitcom e traduzioni.

  1. Voglio sposare alyson Hannigan!!!

    No, aspetta, …è già sposata con il tipo che cerca di prendere la bambola ballerina ad una tipa nel videoclip di George Harrison “Got my mind set on you”

    http://it.youtube.com/watch?v=vJvxjcY3Xcc

    E’ sicuramente una bella serie, …in Italia, è stata fortemente penalizzata dalla solita Italia Uno, e da un doppiaggio non propriamente azzeccato soprattutto per quanto riguarda l’adattamento ai dialoghi.

    Neil Patrick Harris, l’attore che interpreta Barney, è il mio preferito, …ma vi invito ad ammirarlo in “Dr. Horrible”, un web film diretto da quella mente geniale di Joss Whedon.

    http://it.youtube.com/watch?v=mXI3obHfwgU

    Buona visione.

    Flavio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...